Domande Frequenti (FAQ)

×

Informazioni utili sui software e i servizi GeomaticsCube.

Didattica e manualistica:

In cosa consiste il Kit entry-level di Geomaticscube

Il kit entry-level di Geomaticscube si compone dei software 3D Utilites
(plugin di AutoCAD) e del software stand-alone EasyCUBE TS;
il kit fornisce una soluzione professionale e a basos costo per la
gestione dei rilievi e della pogettazione per il territorio.
Acquistando le 3D Utilities (29,90 EUR) e scaricando EasyCUBE TS (gratis)
è possibile creare modelli 3D Informativi a supporto della progettazione
e realizzare simulazioni visive a partire dalle nuvole di punti.
Le nuvole di punti possono essere importate da strumentazione laser
scanner professionale oppure generate con software di terze parti a
partire da fotografie scattate con classici appartati fotografici o con drone.
Il team di GeomaticsCube certifica il software Agisoft PhotoScan
(59$ in versione Uducational, al momento della compilazione di questa FAQ)
come compatibile con il flusso di lavoro del kit entry-level di GeomaticsCube.

Manualistica sui principali processi di lavorazione
con il kit entry-level di Geomaticscube

Per imparare ad utilizzare I software 3D Utilites e EasyCUBE TS nei principali
ambiti di applicazione fai riferimento ai video tutorial.

Manualistica sui singoli comandi del kit entry-level di Geomaticscube

Per imparare ad utilizzare I singoli comandi del software 3D Utilites
(solo in inglese) fare riferimento alla pagina youtube dell'help online.

3D Utilities

Requisiti e Sistemi supportati da 3D Utilities:

Requisiti di 3D Utilities
Applicativo di AutoCAD (2015/2016/2017/2018) per gestire modelli 3D informativi
del territorio, corredato di potenti strumenti a supporto della progettazione,
dell'indagine e della produzione di rappresentazioni grafiche 2D e 3D.
Nota bene: la versione di AutoCAD supportata deve essere già installata
al momento dell'installazione di 3D Utilities.

Versioni di AutoCAD supportate: 2015/2016/2017/2018 a 64 bit.
Sistemi operativi supportati: Microsoft Windows 7/8/10 a 64 bit.
Processore (minimo):Processore Intel® Pentium® 4 o AMD Athlon™ 64.
Memoria RAM: 4 GB (8 GB consigliati).
Risoluzione schermo: 1024×768 (risoluzione consigliata 1600×1050 o superiore) con True Color.
Spazio su disco:400 MBper l’installazione.
Dispositivo di puntamento: Compatibile con MS-Mouse.
Scheda grafica: Scheda video per Windows con risoluzione 1024×768 e funzionalità
True Color e DirectX9*. Scheda compatibile con DirectX11 consigliata.
Installazione affiancata a versioni precedenti: Non supportata.

Instruzioni per l'installazione e l'attivazione di 3D Utilities:

Istruzioni per l'installazione di 3D Utilities 2018

3D Utilities 2018 è un applicativo di AutoCAD che supporta le versione 2015/2016/2017/2018 del CAD.
AutoCAD deve essere già installato prima di procedere all'installazione di 3D Utilities.

Per installare 3D Utilities procedere come segue:

  • Tasto destro sull'installatore del software e scegliere Run as Administrator
    (esegui come amministratore) confermando l'esecuzione del processo;
  • Seguire le semplici indicazioni per installare tutti i compomenti del plugin;
  • Al termine del processo di installazione, prima di premere il tasto fine,
    stampare e seguire la mini-guida che indica i passi da seguire per
    impostare corretamente il funzionamento del plugin;
  • Dopo aver premuto il tasto fine si avvia in automatico un programma
    (TrustedPathsCollector), una piccola utility che consente di ottenere in
    automatico i percorsi attendibili da aggiungere ad AutoCAD prima di
    procedere con l'avvio delle 3D Utilities. Seguendo i 4 semplici passi descritti
    dal TrustedPathsCollector si potrà quindi finalizzare l'installazione e avviare
    le 3D Utilities.


Istruzioni per l'attivazione di 3D Utilities 2018

3D Utilities 2018 è un plugin a pagamento di AutoCAD; la prima volta che si installa
il plugin su un PC, all'avvio di 3D Utilities viene mostrato un dialogo con il quale
è possibile decidere se usufruire di un periodo di prova (tasto Evaluate) oppure
procedere all'attivazione dello stesso (tasto Activate).
Facendo click su Activate è possibile attivare il software con due modalità:

Activarte 3D Utilities 2018 Online
Scegliere questa opzione se il PC dove attivare la copia è connesso ad internet.
In tal caso sarà sufficiente inserire le credenziali ricevute via email
( LicenseID e Password ) nei campi del dialogo e quindi premere il tasto
Continue in basso per attivare il software.
In caso di problemi in fase di attivazione contattare il supporto tecnico.

Activate From another Computer
Scegliere questa opzione se il PC da attivare (PC1) non è connesso ad internet
e si possiede un altro PC (PC2) che è connesso ad internet.
In tal caso procedere come segue:

  • su PC1, fare click sull'opzione "Activate From another Computer"
    e nel dialogo che compare inserire le credenziali ricevute via email
    ( LicenseID e Password ) nei campi del dialogo e quindi premere il tasto
    Continue in basso;
  • nella dialogo successivo premere nuovamente Continue per creare sul
    desktop un file ActivationFile.html (file richiesta licenza);
  • premere Exit per uscire dal programma;
  • utilizzando una chiavetta USB trasferire il file ActivationFile.html dal PC1 al PC2;
  • sul PC2 fare doppio click sul file ActivationFile.html e nella pagina web che
    si apre fare click sul link di download per scaricare sul desktop il file di attivazione
    ActivationFile.reg  (è possibile che prima vengano richiesti nuovamente
    i dati del cliente);
  • trasferire il file REG dal PC2 al PC1  e sul PC1 fare doppio click su
    tale file;
  • sul dialogo che compare fare click su Yes per accettare di aggiungere
    le informazioni;
  • fare click sul tasto OK del dialogo che informa che l'operazione è andata
    a buon fine;
  • è ora possibile avviare il software 3D Utilities e seguire le istruzioni per
    attivarlo.

In caso di problemi in fase di attivazione contattare il supporto tecnico.

 

 

 

 

Instruzioni per migrare una licenza di 3D Utilities ad un altro computer:

Istruzioni per migrare la licenza di 3D Utilities 2018 ad un altro computer

Per vari motivi può capitare che si renda necessario utilizzare la licenza acquistata di
3D Utilities su un altro computer differente da quello dove è attualmente attivata.
Ciò è possibile eseguendo una migrazione di licenza dal computer originale (PC1) al
nuovo computer (PC2).
L'operazione di migrazione di una licenza prevede prima disattivare la licenza sul
PC2 e quindi è possibile eseguire l'attivazione della licenza sul PC2.

Fase 1: disattivare la licenza di 3D Utilities sul PC1

Per eseguire tale operazione sul PC1 si dovrà ricorrere all'utility
LicenseDeactivationUtility che viene installata insieme a 3D Utilities e che
si può trovare ed eseguire sulla lista di tutti i programmi installati di Windows
(Start - > Tutti i programmi -> 3D Utilities 2018 -> LicenseDeactivationUtility).
Sul dialogo che compare che fare click s sul tasto in basso (Click to deactivate license)
quindi sul dialogo che compare fare click su Yes per deattivare la licenza.

In caso di problemi in fase di deattivazione della licenza contattare il supporto tecnico.

Fase 2: attivare la licenza di 3D Utilities sul PC2

Per procedere all'attivazione della licenza sul PC2 seguire le indicazioni
riportate nelle FAQ per installare e attivare le 3D Utilities.

 

 

 

 

EasyCube TS

Requisiti e Sistemi supportati da EasyCube TS:

Requisiti di EasyCube TS
Potente e semplice software stand-alone che consente di creare simulazioni visive 2D e 3D
(anche per le TV 3D) e presentare i propri lavori al committente
in modo semplice ed intuitivo. Supporta l'apertura dei progetti Easy,
esportabili con 3D Utilities(o altri software del Geomaticscube Ecosystem).

Sistemi operativi supportati: Microsoft Windows 7/8/10 a 64 bit.
Processore (minimo):Processore Intel® Pentium® 4 o AMD Athlon™ 64.
Memoria RAM: 4 GB (8 GB o superiore consigliati, a seconda della dimensione dei progetti).
Risoluzione schermo: minima supportata 1024×768; supportate risoluzioni elevate(monitor 2K o 4K).
Spazio su disco:1 GBper l’installazione.
Dispositivo di puntamento: Compatibile congesture dei monitor ToucheMS-Mouse.
Scheda grafica: Scheda video per Windows con risoluzioneminima1024×768 con supporto all'OpenGL
(2.0 o superiore) e supporto delle estensioni con supporto all'OpenGL (2.0 o superiore).
e supporto delle estensioni GL_ARB_vertex_buffer_object (VBO)e GL_EXT_framebuffer_object (FBO).
Installazione affiancata a versioni precedenti: Supportata.

Istruzioni per l'installazione di EasyCUBE TS:

EasyCUBE TS è un software stand-alone gratuito per windows che consente
di aprire progetti Easy (creabili con 3D Utilites 2017 o altri software
più avanzati del Geomaticscube Ecosystem).
Per Installare il software, avviare l'installatore e seguire le semplici istruzioni.
Si consiglia di scegliere da subito la lingua desiderata, in quanto verrà impostata
anche per l'utilizzo del software (oltre che per l'installazione).
Al termine dell'installazione, avviare la prima volta il software come
amministratore (tasto destro sull'icona del software e scegliere Run as Administrator
-Esegui come amministratore).
Al primo avvio potrebbe capitare che il software richieda una chiave di protezione
(che non è riuscito a registrare in automatico).
Se dovesse capitare, una disistallazione e successiva re-installazione del software
come amministratore (tasto destro sull'installatore del software e scegliere
Run as Administrator -Esegui come amministratore) normalmente risolve il problema.
Al primo avvio comparirà un piccolo dialogo dove inserire il nome del licenziatario.
Inserire il proprio nome o quello dell'azienda e procedere per avviare il software.

 

Primi utilizzi di EasyCUBE TS:

Dopo aver avviato il software, per aprire un progetto Easy
(folder windows con estensione .CVDIR) utilizzare il tasto Open
(Apri) sul menù in alto per accede alla sezione di gestione dei
progetti (apertura e esportazione su Sketchfab).
Quindi con il tasto Choose the folder (Scegli la cartella) andare a
selezionare la folder windows contenete i progetti Easy da visionare
(cartelle con esensione .CVDIR). Fatto ciò comparirà nel dialogo
la lista dei progetti contenuti nella cartella indicata.
Fare doppio clic sul nome del progetto per aprirlo.
Per maggiori informazioni fare riferimento ai video tutorial su EasyCUBE TS
presenti nella sezione 3D Utilities 2017 del sito Geomaticscube.

 

Come aprire un modello o una nuvola di punti in EasyCUBE TS

EasyCUBE TS è un visualizzatore che consente di aprire solo progetti proprietari
Easy (cartelle di windows con estensione .CVDIR).
Tali progetti possono essere creati con il software 3D Utilities
(o con altri software del Geomaticscube ecosystem).
In particolare da 3D Utilities è possible esportare in Easy sia nuvole di punti che
modelli 3D a superfici (creati e gestiti da 3D Utilities).
Dopo aver avviato il software, per aprire un progetto Easy
(folder windows con estensione .CVDIR) utilizzare il tasto Open (Apri)
sul menù in alto per accede alla sezione di gestione dei progetti
(apertura e esportazione su Sketchfab).
Quindi con il tasto Choose the folder (Scegli la cartella) andare a selezionare la
folder windows contenete i progetti Easy da
visionare (cartelle con esensione .CVDIR).
Fatto ciò comparirà nel dialogo la lista dei progetti contenuti nella cartella indicata.
Fare doppio clic sul nome del progetto per aprirlo.
Per maggiori informazioni fare riferimento ai video tutorial su
EasyCUBE TS presenti nella sezione 3D Utilities 2017 del sito Geomaticscube.

 

E' possibile copiare o rinominare un progetto Easy?

Si è possibile. Trattandosi di una folder di windows è possbile rinominarla e/o
copiarla in altre subfolders per organizzare I propri progetti.
L'importante è che, nel rinominarla, si lasci l'estensione finale .CVDIR,
altrimenti il progetto non sarà più riconsciuto dal software.

 

Come posso far aprire al mio cliente il modello o la nuvola di punti esportata per EasyCUBE TS?

Sarà sufficiente fornire il progetto Easy (la folder .CVDIR) al proprio cliente.
Il cliente potrà scaricare e installare gratuitamente dallo shop Geomaticscube
il software EasyCUBE TS con il quale aprire ed interagire con I progetti Easy.

 

Come abilitare l'invio di immagini in EasyCUBE TS

EasyCUBE TS consente di inviare immagini, filmati e book direttamente all'interno del software.
Per farlo, accedendo alla sezione impostazioni dal dialogo di invio,
sarà necessario impostare la prima volta I parametri del server di invio.
Il software è testato per l'invio con un server di posta GMAIL
(anche se non è escluso possa funzionare con altri server di posta,
impostando il corretto Host e Port Number).
Nel caso si utilizzi un indirizzo di posta GMAIL sarà sufficiente
specificare l'indirizzo di posta di invio (es: signo.rossi@gmail.com)
e la password e cliccare sul tasto Apply.

 

Condivisione dei filmati prodotti con EasyCUBE TS

EasyCUBE TS crea filmati AVI compressi con il Codec Xvid.
Il Codec viene installato quando si installa EasyCUBE TS, ma se si volesse
visualizzare un filmato prodotto con EasyCUBE TS su un altro PC dove
non è stato installato il Codec XVID si può procedere nei seguenti modi:

  • Scarica dal sito di Xvid il codec e installarlo per poter visualizzare il filmato;
  • Utilizzare un visualizzatore multi-piattaforma (come ad esempio VLC)
    che supporta il formato per visualizzarlo;
  • Convertire il filmato in un altro formato supportato dal dispositivo (ad esempio MPEG-4)
    ricorrendo ad un software gratuito come ad esempio VLC.

Cosa fare se le nuvole di punti che visualizzo in EasyCUBE TS contengono punti che erano stati cancellati in Recap

Normalmente il processo di gestione delle nuvole di punti prevede
di importare le varie scansioni laser in Recap, effettuare la pulizia delle
nuvole in Recap (eliminazioni punti indesiderati),
salvare il progetto Recap (RCP) e linkarlo in AutoCAD con il
comando _POINTCLOUDATTACH.
Con 3D Utilities sarà possibile esportare la point cloud di AutoCAD nel formato
Easy (folder di estensione .CVDIR) apribile con EasyCUBE TS.
Nel file aperto in EasyCUBE TS è possibile che vengano visualizzati punti
che erano stati cancellati in Recap (in quanto Recap non cancella effettivamente
I punti ma li marca come cancellati per la sola visalizzazione).
Per ovviare a questo inconveniente bisogna esportare da Recap
I punti nel formato PTS; quindi creare un nuovo progetto Recap,
importare il file PTS appena creato; in seguito linkare in AutoCAD
questo nuovo progetto. Ora il progetto Easy che si crea a partire dalla
nuova entità point cloud conterrà solo punti che non sono stati cancellati.